Una magia di crociera…Disney Magic


A bordo di Disney Magic per una crociera estiva nel Mediterraneo. Ecco la Recensione su Cruising Journal!
⇒ Recensione di Disney Magic

La Disney Magic è la prima nave che fu costruita quando fu inaugurata la Disney Cruise Line. Anche se viene usata principalmente nei Caraibi, in questo periodo si trova nel Mediterraneo per cui io e la mia famiglia, approfittando che siamo nell’estate dei miei 18 anni, abbiamo colto la palla al balzo.

Appena imbarcati dal porto di Civitavecchia, ci siamo resi conto di essere gli unici Italiani dell’intera crociera ma siccome ce lo aspettavamo non è stata una sorpresa.

Siamo stati indirizzati subito verso la nostra cabina e devo ammettere di essere rimasta piacevolmente sorpresa da quanto fosse grande considerando che era una cabina interna. La parte con il letto dei miei genitori era separata dal resto della cabina da una tenda in modo che durante la notte sia io che i miei genitori avessimo più privacy. Nel televisore erano disponibili gratuitamente un gran numero di film e serie della Disney, dello studio Pixar e della Marvel di cui, sapendolo, avrei approfittato di più. Il bagno era piuttosto spazioso e fornito di tutti i prodotti necessari prodotti appositamente per la compagnia e disponibili nel negozio a bordo.

La nave offre molti tipi di divertimento per tutte le età. A bordo ci sono tre piscine di cui due aperte a tutti e una solo agli adulti che magari hanno voglia di un po’ più di tranquillità. Oltre a quelle, se si vuole veramente avere una botta di adrenalina, ci sono due scivoli acquatici. Avendoli provati entrambi posso dire che uno lo rifarei tranquillamente, era il classico scivolo pieno di curve ma abbastanza tranquillo, mentre per l’altro dovrei pensarci un po’ di più. L’inizio è molto rapido in qunato si è in piedi in una capsula in cui cede il pavimento e si viene lanciati nello scivolo. La sera si può scegliere tra guardare uno degli ultimi film usciti nel “Buena Vista Theatre” o gli spettacoli dal vivo del “Walt Disney Theatre”.

Io personalmente ho preferito questi ultimi e ho visto tre spettacoli “Once Upon a Song”, un medley delle canzoni più famose dai film, “Twice Charmed” una rivisitazione della fiaba di Cenerentola e “Magic Dreams” un altro musical che includeva molte canzoni e personaggi dai classici. Li ho apprezzati tutti, avevano ottime scenografie, effetti speciali, erano scritti molto bene e gli attori e cantanti erano tutti eccezionali. La serata più interessante e spettacolare è sicuramente la festa dei pirati sui ponti nove e dieci che si conclude con dei meravigliosi fuochi d’artificio sul mare.

La cena è uno dei punti forti della crociera. Ci sono quattro ristoranti a bordo di cui uno a pagamento e solo per adulti. Gli altri tre vengono sperimentati tutti a rotazione, cambiando ogni giorno ma per far sì che ci sia comunque un senzo di continuità, i camerieri e compagni di tavolo rimangono gli stessi per tutta lacrociera. La prima, quarta e ultima sera eravamo nell’ “Animator’s Palate”, il mio preferito dei tre. Essendo dedicato all’animazione, sulle pareti ci sono degli schermi che mostrano il processo di animazione a partire dai bozzetti fino a intere scene. La prima sera, verso la fine della cena, sugli schermi hanno mostrato un montaggio di scene dai film della Disney e della Pixar mentre durante l’ultima serata tutti gli ospiti disegnano il proprio peronaggio per poi vederlo animato in una sequenza a fine serata.

Il secondo ristorante che ho sperimentato era a tema Rapunzel, più buio e chiassoso del primo, ma molto divertente in quanto si interagisce coi personaggi del cartone e si organizza la festa di compleanno di Rapunzel. L’ultimo ristorante, il Lumiere, è sicuramente il più elegante per quanto riguarda l’ambiente e il menù ma forse era fin troppo elegante per me. All’ora di pranzo si può decidere se mangiare al buffet Cabanas, alla pizzeria di Pinocchio, al fast food di Paperino o qualcosa di più leggero al ristorante di Paperina. Il cibo forse non era il migliore che avessi mai mangiato in crociera, ma sicuramnte era di ottima qualità.

Durante tutta la crociera si possono incontrare vari personaggi della Disney e della Marvel in giro per la nave sia a orari e luoghi prestabiliti che per puro caso. A bordo sono presenti vari negozi tra cui un tipico Disney Store, un negozio con tutti i prodotti della nave, una gioielleria e uno studio fotografico dove si possono scegliere tra le tante foto scattate durante la crociera da fotografi professionisti.

La crociera partiva da Civitavecchia e terminava a Barcellona. Le tappe erano Napoli, Livorno, Genova, Cannes e Tolone. Per ogni tappa c’era la scelta di visitare la città e i dintorni autonomamente oppure partecipare a un tour organizzato dalla compagnia. Essendo una crociera principalmente pensata per americani, i tour erano molto lunghi e spesso portavano a città lontane dal porto di sbarco (per esempio da Genova il tour arrivava sino a Milano). Sapendo ciò io e la mia famiglia abbiamo preferito restare autonomi partecipando solamente a un tour indipendente dalla compagnia per visitare Lucca e Pisa il giorno che eravamo a Livorno.

In generale è stata una splendida esperienza che consiglierei a tutti i fan della Disney o delle crociere.
Francesca Vincis

Comments

Ultimi Reportage