Crociera sul Rodano a bordo di MS Van Gogh


E’un fiume particolare il Rodano: insolito da navigare e per questo ancora più affascinante. Partiamo dunque con la Van Gogh della Croisieurope in compagnia di Giver Viaggi e Crociere alla scoperta di quello che   in celtico significa “il più potente dei fiumi”. Più elitarie rispetto a quelle di mare, le crociere fluviali non sono ancora entrate pienamente nella fantasia collettiva delle vacanze e, anche per questo, regalano una tranquillità e una dolcezza, mista al gusto dell’esplorazione storico artistica, senza pari.

 

La nostra navigazione fluviale inizia nel porto di Martigues, vicino a Marsiglia per finire a Lione, esplorando la Camargue, la Provenza e la Borgogna. Seguiremo il più grande fiume di Francia che nasce nelle Alpi svizzere, dal ghiacciaio che porta il suo nome, e dopo 813 km sfocia nel Mediterraneo, nel Golfo del Leone terminando in un delta che abbraccia la Camargue. Nella parte alta del suo corso segue un percorso serpeggiante e solo dopo aver incontrato la Saona, a Lione, un serie di chiuse: durante questa crociera di Giver, in navigazione tra Martigues e Chalon sur Saône,  attraverseremo ben 16 chiuse. Tre lungo la Saona, alte 5, e 13 lungo il Rodano, dagli  0,80 metri della chiusa di Barcarin (la più bassa)  ed i 23 metri della chiusa di Bollène che, oltre ad essere la più alta fu anche la prima ad essere costruita sul Rodano: i lavori iniziarono nel dopo-guerra nel 1947 e fu aperta alla navigazione nel 1952. E’ una delle chiuse più profonde d’Europa.

Primo giorno. Un bel cocktail di benvenuto ed eccoci in una cabina grande e luminosa, con una adorabile porta finestra (french balcony) scorrevole che affaccia direttamente sull’acqua. Aria condizionata regolabile individualmente, cassaforte, Tv, servizi privati con doccia, telefono e phon. Davvero un posto magnifico per trascorrere i prossimi sei giorni. Subito, sensazione di casa: le navi Giver sono piccoline, non c’è pericolo di perdersi. Niente lunghi corridoi a labirinto, niente file per scendere e per salire, niente buffet. La M/n Van Gogh è una nave cinque stelle varata nel 2018 come nave Premium. A bordo ci sono solo due ambienti comuni: la sala ristorante, con menu e pranzi e cene rigorosamente al tavolo, e la sala per i concerti serali e gli aperitivi, con divanetti e angolo bar. Ovunque ampie finestre panoramiche per godere della navigazione  ammirando gli incantevoli paesaggi delle sponde dei fiumi Rodano e Saona.

I compagni di viaggio. Il target di viaggiatori Giver è ben definito: è un pubblico ricercato, attento ad una vacanza che unisca la cultura al relax. Le persone che scelgono una crociera fluviale sono quelle che non sopportano il caos e lo stress in vacanza.  “Mi piacciono i fiumi, portano idee e materie prime, come immense tombe cantano all’oceano la bellezza della terra, la coltivazione dei campi, lo splendore delle città e la gloria degli umani”, diceva Victor Hugo.

Secondo giorno. Ma che meraviglia svegliarsi la mattina sulla nave Van Gogh con l’acqua del più grande fiume di Francia che scorre sotto la vetrata ed una grande doccia pronta ad accoglierti. Letto comodissimo, temperatura perfetta. Prima colazione in nave (ottima), un salto veloce in cabina e siamo pronti per sbarcare a Port-Saint-Louis, porta di accesso alla selvaggia e mitica Camargue. Stiamo per esplorare un luogo unico al mondo, incorniciato da pini e tamerici. Siamo nella zona a sud di Arles, fra il Mar Mediterraneo ed i due bracci del delta del Rodano, quello orientale, il Grand Rhône, e quello occidentale il Petit Rhône. Nel pomeriggio, con Giver Viaggi e Crociere proseguiamo per esplorare Aigues Mortes. Si trova nel cuore della Camargue del Gard ed è una fortezza medievale circondata da 1634 metri di mura. Sotto il nome del paese troviamo una indicazione che adoriamo: “Ici nous avons le Temps” , qui noi abbiamo il tempo. Bisogna imparare a prendersi il proprio tempo, il giusto tempo ed una crociera fluviale è perfetta per questo.

Terzo giorno. Eccoci pronti per andare alla scoperta di Avignone, capitale della Provenza affacciata sul Rodano. Fu per quasi un secolo, dal 1309 fino allo scisma del 1377, sede papale. Andiamo, con la guida di Giver, nel meraviglioso Palazzo dei Papi , uno dei più grandi e importanti edifici gotici medievali in Europa, dal ‘95 patrimonio Unesco. Per arrivarci, percorriamo stradine tortuose e piazze racchiuse all’interno delle imponenti mura medioevali che misurano 4 km con 39 torri e 7 porte. Alle ore 12.30 partiamo da Avignone e ci godiamo un poco di relax in cabina leggendo i libri sulla storia di Avignone. Alle ore 20.00 arriviamo a Viviers, un museo di architettura a cielo aperto. Siamo nell’Ardéche meridionale.

Quarto giorno. Partiamo alle 8, di buona lena, con il pullman di Giver. Attraversiamo una delle regioni francesi  più affascinanti: le Ardèche. Il fiume che le ha dato il nome ha scavato nella roccia oltre 30 km di gole, un canyon profondo anche 300 metri. Prima del 1960 non esisteva una strada per percorrere le gole: si arrivava solo a piedi o con le barche piatte (le bèches). Ora le gole sono dal 1980 una riserva naturale nazionale (RNNGA) di 1575 ettari, istituita per proteggere questo sito paesaggistico unico dai pericoli del turismo di massa e dell’urbanizzazione. Rientriamo a bordo della nostra Van Gogh. Pomeriggio relax in navigazione, poi alle 17.30 arriviamo a  Tan l’Hermitage, per degustare i vini della cantina Chapoutier. Siamo ai margini dell’ Ardèche, nel dipartimento della Drôme sulla riva sinistra del Rodano e questo delizioso borgo è una meta ideale non solo per chi ama il vino ma anche per chi adora il cioccolato: qui si produce il Valrhona, conosciuto come uno dei migliori del mondo…ovviamente non potevamo mancare!

Quinto giorno.  Siamo quasi giunti alla fine della crociera. Penultima sveglia in nave. Stamani ci ritroviamo nella regione dell’ Alvernia Rodano Alpi, capoluogo del Pays Viennois. Il tempo è un poco grigio ma scendiamo ugualmente dalla neve per esplorare Vienne. Siamo a circa 30 km a sud di Lione, dove arriveremo nel pomeriggio.

Vienne è deliziosa e ricca di storia. Passeggiamo tra eleganti negozi col il ritmo rilassante che contraddistingue questa crociera fluviale. Fu capitale degli Allobrogi, e qui Cesare fondò la Colonia Julia Viennensis, come è evidente dagli importanti monumenti ed edifici di età romana, dal tempio di Augusto e Lidia al giardino di Cibele al teatro romano. Meravigliosa è la cattedrale di San Maurizio, location molto importante non solo per la sua bellezza – ha più di sessanta capitelli romanici e tre portali gotici – ma anche e soprattutto perché qui fu sciolto l’Ordine dei Templari: in questa chiesa si riunì il Concilio del 1311 e 1312, qui fu fatta la bolla “Vox in Excelso” e sempre qui fu annunciata una nuova Crociata.

Da brivido pensare di essere in questo luogo, oggi.

Ritorniamo sulla nostra Van Gogh. Ci rilassiamo un poco in cabina – meraviglioso tornare da una escursione e trovare la cabina in ordine, è una delle sensazioni più vacanziere che ci possano essere – e poi andiamo a prendere un aperitivo. Tra una chiacchiera e l’altra eccoci arrivato a Lione, la terza città di Francia dopo Parigi e Marsiglia, alla confluenza del Rodano con la Saona. Scendiamo dalla nave: ci aspetta una meravigliosa esplorazione della città fin su alla Basilica della Fourvière, dove si apre una magnifica vista panoramica. Un colpo d’occhio per avere più o meno idea di cosa andare ad esplorare.

 

Sesto giorno. Ultimo giorno di navigazione, purtroppo. Alle 13.30 arriviamo a Tournus e sbarchiamo per scoprire, con il pullman di Giver, la mitica Borgogna, terra di elezione dei vitigni pinot nero e chardonnay.  A Beaune, la capitale dei vini della Borgogna, a circa quaranta chilometri a sud di Digione, ci dedichiamo a degustazioni guidate organizzate da Giver. Visita all’ Hôtel-Dieu, gioiello dell’architettura medievale borgognona e poi rientriamo a bordo della nostra Van Gogh a Chalon sur Saône.   Aperitivo a bordo, saluto del comandante e, dulcis in fundo: per la serata di gala, Giver ci regala una esibizione della meravigliosa soprano Loretta Borrelli. Il modo più soave per concludere questa crociera di classe con Croisieurope, sul Rodano, targata Giver.

Non perdete tutte le Recensioni, Foto e Video delle compagnie di crociera su Cruising Journal.

Anna Maria De Luca

Comments

Ultimi Reportage