Anthem of the Seas: inconfondibile Royal Caribbean


Anthem of the Seas, seconda nave di classe Ovation del 2015, mostra sin dal primo impatto l’ideale del “WOW” che Royal Caribbean ha introdotto ormai da alcuni anni, basato sulla volontà di stupire con effetti speciali, soluzioni di design particolari, attrazioni di ogni genere, una grande offerta di servizi e di divertimenti.

 

La nave ha un aspetto molto moderno nei suoi arredi interni e propone colori in genere sobri ed eleganti pur con alcuni particolari locali. Con una stazza di 167.800 tonnellate la seconda nata della classe Quantum misura 348 metri di lunghezza e 41,5 di larghezza. Può ospitare fino a 4180 persone in diverse tipologie di cabina, dalle interne con schermo in diretta con l’esterno, alle balcony alla varia scelta di Suite. Partiamo proprio con il dare uno sguardo all’ampia offerta di sistemazioni di bordo.

Le cabine di Anthem of the Seas sono di molteplici tipologie. Le interne sono tutte dotate di uno schermo con le immagini in diretta dall’esterno nave. Le esterne sono piuttosto ampie e ben fornite, arredate in modo semplice ma curato, dall’aspetto moderno e rilassante. Le camere con balcone dispongono di uno spazio all’aperto profondo e vivibile, una metratura generosa con divanetto e scrivania, ampi armadi e cassetti ed un bagno molto spazioso, fornito di box doccia in cristallo anch’esso più spazioso della media di altre navi. Le suite e family suite sono estremamente grandi e dotate di ogni comfort, dal doppio bagno alla sala tv. Semplicemente un sogno le Loft Suite collocate a poppa nave. Su due livelli, si entra dal soggiorno, immenso, con zona tv e divani e zona pranzo con tavolo e sedie. Una grandissima vetrata da accesso al balcone di poppa, anch’esso gigantesco, con lettini prendisole, tavoli e poltrone oltre che ad una veduta mozzafiato sulla scia della nave. Salendo le scale si accede alla zona notte con grande letto matrimoniale e televisione estraibile dal soffitto, bagno con vasca, doppi lavandini e zona trucco, servizi, doccia amplissima e con getti laterali ed infine la chicca: piccolo balcone con idromassaggio privato sul mare e dondolo.

La ristorazione su Anthem of the Seas è offerta attraverso una vasta scelta di locali, flessibilità oraria e specialità gastronomiche. 5 i ristoranti principali, altrettanto ricca anche la gamma di ristoranti a pagamento, a partire dai classici di Royal Caribbean come il Chops Grille fino ad altri più innovativi e strabilianti come il Wonderland.

I ristoranti American Icon e Silk sono ancora appartenenti all’offerta di ristorazione inclusa nel prezzo. Il primo ha un arredo più classico, il secondo non tradisce il nome e trasmette un effetto “seta” nei suoi tessuti, nei tendaggi e nell’atmosfera che vi si respira. Una parte di quest’ultimo si presenta più classica, mentre un’ala del locale assai più particolare e stravagante con grandi sedie e toni di rosso acceso.

Il ristorante Chops Grille rappresenta forse l’eccellenza gastronomica di Royal e anche su Anthem è presente con i suoi tavoli eleganti ed un ambiente molto elegante e eilassante. Izumi è l’alternativa giapponese di bordo, che offre specialità di sushi e sashimi oltre a zuppe e tempure. Il Jamie’s è invece la proposta di cucina italiana, con una mise en place molto semplice e un locale arredato in modo intenzionalmente poco elegante.

Al ponte 5 si trovano anche il Wonderland, lo Chef’s Table, Izumi, Jamie’s Italian ed il Caffè Two70. Al ponte 14 il Devinly Decadence dove si assaporano piatti a basso contenuto calorico. Ma anche le ben meno dietetiche offerte del Johnnie Rockets, il Bistro del Solarium, il North Star Bar oppure la vastissima scelta del Windjammer Marketplace Buffet, dotato di bellissime vetrate sul mare ed una predisposizione del buffet ad isole veramente armonico ed elegante.

I ponti passeggeri iniziano dal numero 3, dove si trova il primo livello della Music Hall, il Casinò, il primo livello del Royal Theatre, i ristoranti The Grande e Chic. La Music Hall è il locale aperto fino a tarda notte che alterna musica rock con gruppi musicali di vario genere, o persino il karaoke. Su due livelli, si presenta come un vero e proprio locale come frequenti nelle grandi città.  Il Casinò è grande e molto elegante. Ai tavoli si affiancano un numero elevatissimo di slot. I ristoranti Chic e The Grande sono due dei cinque nei quali è possibile mangiare liberamente.

Al ponte 4 si sviluppa la Royal Esplanade, con una lunga serie di negozi e locali. Vi si colloca anche il secondo livello del teatro, a prua, il Diamond Club, il livello più alto della Music Hall, la pizzeria Sorrentos, il Caffè Promenade, il Michael’s Genuine Pub, il Guest Service, la Card Room ed i ristoranti American Icon Grill e Silk. La Promenade, un grande classico di Royal, è una bella e lunga passeggiata da poppa a prua, da fare osservando le splendide botiques o assaporando di tutto dalla vasta scelta di locali e caffè. I negozi sono molti e con una grande varietà di prodotti, da quelli a marchio Royal sino alle gioiellerie di Bulgari o alla moda di Armani.

Fra i locali più in vista il Vintages, un’enoteca assai fornita e dall’ambiente sobrio e rilassante, il Pub all’inglese Michael’s con la selezione di birre e il Caffè Promenade, sempre aperto con bibite e spuntino di ogni genere.

Al ponte 5 abbiamo l’ultimo livello del Teatro ed una serie di altri locali e servizi. Fra i secondi, la Photo Gallery, gli uffici Next Cruise e Shore Excursion. Già conosciuto su altri navi il sempre affascinante Scooner Bar, innovativo invece il Bionic Bar. La Photo Gallery offre soltanto immagini a schermo, accessibili con la propria card o il braccialetto. Il Next Cruise offre cataloghi e consulenze sulle prossime crociere. Il Guest Service è molto innovativo, senza il classico bancone di grandi dimensioni, si effettua con tavoli più snelli e computer dai grandi schermi. Altrettanto interattivo l’ufficio escursioni, dove si può consultare liberamente il programma offerto dai monitor interattivi oppure rivolgersi al personale. Lo Scooner Bar è un ambiente caldo ed accogliente, con quadri di scene marinare e un legno chiaro a rivestire ogni dettaglio. Il Bionic Bar altro non è invece che una piattaforma dove due bracci metallici compongono automaticamente i cocktail’s che i passeggeri ordinano via tablet, messo a disposizione. Una attrazione interessantissima per osservare la tecnologia raggiunta, ma sconsigliata se si ha veramente intenzione di godersi un cocktail: attese lunghissime e nessun posto a sedere per assaporarlo.

Il Boleros è un locale piacevole dove si balla latino americano e si bevono ottimi cocktails. Il Two70 è un locale polivalente situato a poppa nave che offre una superba vista dalle ampie vetrate nelle ore diurne e che si trasforma in una sorta di secondo teatro alla sera, dove si propongono spettacoli assolutamente coinvolgenti, con attori, cantanti, ballerini e comparse varie che si alternano sul palco a ritmo di musica e di immagini proiettate sulle grandi vetrate trasformate in schermi giganti.

Il ponte 6 offre a poppa un secondo livello del lounge Two70, dove a destra trova spazio un wokshop e a sinistra la piccola biblioteca con l’Internet Cafè. I ponti dal 7 all’11 offrono varie tipologie di cabine interne ed esterne. Al 12° troviamo l’Adventure Ocean ed il Concierge Club. Al 13 il Conference Center a poppa ed il livello superiore del Solarium a prua. Il 14 è il ponte Lido ed offre una grande varietà di attrazioni ed offerte gastronomiche. Si trovano al 14° ponte anche il Solarium di prua, uno spazio ampio e luminoso, con bar e idromassaggi ed una piccola piscina. Divani bassi e comode poltrone offrono momenti deliziosi con vista a 270 gradi sul mare. Il Lido è ampio anche se forse non tanto quanto ci si aspettasse per una nave da oltre 4000 passeggeri. Ma di spazi ve ne sono molti anche lungo i ponti esterni, nelle passeggiate da poppa a prua ed in angoli meno in vista ma comunque molto accoglienti.

Al ponte 15 troviamo la Spa ed il Fitness Center a prua, entrambi dotati di spazi ampi e a stretto contatto con il mare grazie ancora una volta alla grande luminosità degli ambienti. Le dotazioni sono molteplici e complete, così come la gamma di trattamenti offerti dal centro benessere. Gli spazi di quest’ultimo, seppur molto curati, sembrano piccoli per le dimensioni complessive della nave. Un percorso running completa l’offerta del Vitality at Sea. Ancora sul ponte 15 trovano spazio l’Arcade Gaming Area, la Fuel Teen Disco e il celebre Seaplex. Quest’ultimo è un’ampia pista polivalente nella quale si possono praticare vari sport, dalla pallacanestro alla pallavolo, al calcetto, al tennis e persino lanciarsi in autoscontro. Alla sera si trasforma in discoteca, con tanto di dj fluttuante sulla pista grazie al supporto di un grande braccio meccanico. Attorno alla pista una Doghause con offerta di bibite e hotdog e varie postazioni di Xbox con giochi multimediali. Sul lato destro di poppa, infine, la Climbing Wall e la Giraffa simbolo di Anthem.

Come già osservato su Quantum of the Seas, le maggiori innovazioni di questa classe sono nel Seaplex (uno spazio polivalente, dove si va dal basket all’autoscontro); il North Star (la capsula che si eleva sulla nave regalando panorami mozzafiato), L’IFly (dove si galleggia nel vuoto sorretti da un getto d’aria). Ma rimangono ancora in stile WOW altre attrazioni già viste su altre unità della flotta come il Rock Climbing Wall (arrampicata), il Flow Rider (surf) e la Promenade.

L’insieme dell’offerta di servizi, di attrazioni e di scelte per la ristorazione rende Anthem of the Seas una nave veramente adatta a tutti i gusti, di grande versatilità. Sebbene si riproducano molte caratteristiche viste sulla classe Oasis, la tranquillità di alcuni spazi, il buon gusto degli interni, spesso molto eleganti anche se moderni, ne fanno una nave più a misura d’uomo che non le sorelle maggiori, pur conservando la volontà di stupire il passeggero. La nave, nella sua grandezza, offre una serie di intrattenimenti per ogni gusto. Impossibile davvero potersi annoiare a bordo. Ciò che però Anthem of the Seas, forse più della classe Oasis, riesce ad offrire è la parallela possibilità di ritagliarsi alcuni spazi di tranquillità e di riservatezza all’interno di una così grande città galleggiante. Piccoli locali dove bere qualcosa, come il Vintages o il Michael’s Pub, angoli esterni riparati, divanetti appartati possono trasmettere ancora la sensazione di essere in contatto con il mare e con la “nave” propriamente detta.

Per concludere, Anthem of the Seas è una nave di grandissima versatilità e capace di coniugare le esigenze più disparate dei crocieristi, siano essi alle prime esperienze che viaggiatori di esperienza. La gastronomia gode di un’offerta estremamente ampia e, per quanto constatato, sempre di ottima qualità e presentazione. Sebbene la nuova nata soddisfi a pieno la volontà di stupire che inspira il concetto WOW di Royal Caribbean, tutte le innovazioni e le maggiori attrazioni si collocano sulla nave senza costringere il passeggero a prendervi parte o ad esserne coinvolto. Un pubblico giovane saprà certamente approfittare dell’adrenalina data da una scalata, o dal surfing o ancora dall’IFly. Ma anche chi non si sente pronto a queste formule di moderna turbolenza troverà spazi silenziosi, appartati ed in grado di regalare ancora la sensazione di viaggiare per mare.

Non perdete l’Album Fotografico completo, informazioni, opinioni, consigli e le Recensioni di Anthem of the Seas su Cruising Journal.

 

Gabriele Bassi

 

Comments